giovedì 31 marzo 2016

Consulenti scientifici in grande quantità nelle riviste di Hugo Gernsback!

Ho iniziato a dare un'occhiata ai numeri di Wonder Stories che ho scaricato, avendo ultimato la lettura delle 20 Amazing Stories del periodo 192x (sotto la direzione di Gernsback). Prima di procedere al successivo decennio, pensavo di fruire tutti i numeri di Wonder Stories sino al 1936 (epoca della vendita di Wonders Stories a Pines), in modo da visionare quasi tutta la produzione di SciFi di Gernsback nel 192x-193x, prima di passare ad altre produzioni!.

La prima cosa che mi é saltata agli occhi in tutte le riviste curate da Gernsback, é sia il numero, quanto la qualità di consulenti scientifici a cui Gernsback si rivolgeva per avere pareri, risposte per il suo Forum con i lettori e sopratutto notizie scientifiche (da mettere nel bollettino di news di scienza).
2 astronomi, 3 botanici, 1 chimico, 1 astrofisico, 2 ingegneri d'elettricità e radio, 1 entomologo, 3 matematici, 1 medico, 1 fisico, 1 psicologo, 1 zoologo tutti con cattedre in università o college oppure musei. 

Considerando i tempi in cui Gernsback ebbe a pubblicare le sue riviste (192x-193x), occorre contestualizzare il fatto che il livello culturale medio della popolazione nel XX secolo era assai più basso di quello del XXI secolo, negli USA. Nonostante il livello di cultura media nel tempo sia crescente negli USA, c'é da rilevare che nessun'altra rivista di SciFi ebbe un'imponente presenza di Professori, Scienziati, tutti coordinati da un direttore (Hugo Gernsback).

Se pensiamo ai tempi moderni il gap é veramente enorme! 

Quando mai un team multidisciplinare di scienziati e di professori  universitari e di liceo, tutti esperti di materie scientifiche, ha mai concorso (anche solo indirettamente) a diffondere la Fantascienza?!

Risposta: Mai! a parte il periodo in cui c'era Gernsback in Amazing Stories e Wonder Stories.

sabato 26 marzo 2016

Startling Stories (1939-1955)

Dopo 13 anni dalla nascita di Amazing Stories, nacque la rivista Startling Stories nel 1939 e continuò la sua attività editoriale per 16 anni con 99 numeri. Ned Pines chief of Standard Magazines fondò Startling Stories, nei primi numeri il magazine ebbe come direttore Mort Weisinger (lo stesso direttore di Wonder Stories). Peculiarità di Startling Stories all'epoca era che pubblicava un romanzo trainante in ogni numero. Quando Pines acquistò Wonder Stories, ottenne anche i diritti di pubblicazione sui racconti già stampati da Wonder Stories, accadde così che Startling Stories aprì una sezione Hall of Fame, dove trovarono spazio ampie ristampe. Nel 1941 Oscar J. Friend divenne direttore, puntò su copertine roboanti & sexy, dipinte da "Sergeant Saturn" (pseudonimo del pittore Earle K. Bergey che divenne molto famoso). Nel 1945 Sam Merwin Jr. subentrò come direttore, crebbe la qualità della narrativa, fu pubblicato -La città e le stelle- di A.C. Clarke e molti altri racconti che trovarono una buona accoglienza. 
https://it.wikipedia.org/wiki/Startling_Stories
https://en.wikipedia.org/wiki/Startling_Stories
Nel 1951 Samuel Mines divenne direttore del magazine mentre la Standard Magazines tentò di riposizionare Startling Stories come magazine più sobrio, meno sensazionalista, ma nel 1955 il mercato stava crollando e la concorrenza era molto pesante. La rivista di SciFi assorbì le riviste sorelle (Thrilling Wonder e Fantastic Story Magazine), ma questo non fu sufficiente a salvare Startling Stories: nel 1955 cessò le pubblicazioni anche a causa della concorrenza con Amazing Stories & If worlds of science fiction.

FREE Startling Stories magazine

giovedì 24 marzo 2016

Techno3 (v1.0)

Techno3
Un triplice omaggio a 3 numeri della rivista Amazing Stories in particolare a TRE racconti aventi per tema la tecnologia: Agosto 1926 “the talking brain” di M.H.Asta, Agosto 1927 “automatic apartment” di H.H.Simmons, Luglio 1929 “futility” di Capt. S.P.Meek.

Files reperibile anche presso:

mercoledì 23 marzo 2016

prima di "what women want" (2000) era "the telepathic pick up" (1926)

Su Amazing Stories n°9 del Dicembre 1926, nel racconto di SciFi "the telepathic pick up" di S.M. Sargent Jr. una fantomatica radio permette di sintonizzarsi sulle onde celebrali delle persone, ma finirà per intercettare le onde celebrali di un ratto, leggendone il pensiero, mandando fuori dai gangheri il suo inventore!. 

La capacità del dispositivo, verrà permutata narrativamente da Hollywood in un colpo in testa ad un uomo, il quale acquisirà doti telepatiche, in una commedia "what women wants"

https://it.wikipedia.org/wiki/What_Women_Want_-_Quello_che_le_donne_vogliono

Simpatico racconto di SciFi "the telepathic pick up" del 1926 che é certamente spunto per almeno due commedie brillanti, con vari remake.

sabato 19 marzo 2016

Come cambia la fantascienza nel tempo?! la SciFi nel 1976

Ultimo numero FREE di Amazing Stories rintracciabile (per adesso) su Archives, é del gennaio 1976, cronologicamente siamo a +8 anni dal 1968.

Il contesto del 1976
Venne lanciato sul mercato il primo supercomputer Cray1, l'IBM introdusse la prima stampante laser (hardware con prezzi da capogiro, utili solo per i centri di ricerca NASA, NSA, FBI, Social Security ecc...). In Francia decollò il Concorde facendo il proprio debutto commerciale. In Italia scoppiò lo scandolo Lockeed, la polizia italiana abbandonò i vecchi moschetti per la pistola mitragliatrice Beretta M12. Vinse la coppa del mondo di sci Stenmark, Borg vinse Wimbleldon. In Argentina un colpo di stato condusse al potere il generale Videla, che sarà la causa dei desaparecidos, mentre negli USA Jobs & Wozniak fondarono la Apple in un garage. In Italia la Lira fu svalutata del -12% ed un terremoto della scala X colpì il Friuli facendo 965 vittime, 3000 feriti e 45000 senza tetto. Fu concesso alle donne di Seveso la facoltà d'abortire per evitare prole deforme, mentre il criminale nazista Kappler fu messo in libertà per ragioni di salute. La sonda della NASA Vicking 1 e 2 atterrano su Marte. Siamo un anno prima di "Close Encounters of III kind" e dal serial tv "Project UFO".

Filmografia 1975
Nel numero di Gennaio 1976 non c'é traccia delle influenze della filmografia del 1975 dove spicca il film "the ultimate warrior" http://www.mymovies.it/film/1975/?pagina=1

Informatica nel 1976
Era già nato il segmento home computing (anche se lo spazio di mercato era embrionale) come ricaduta tecnologica delle missioni Apollo. Nel 1973 Intel iniziò a vendere il microprocessore Intel-8080 che fu introdotto su molti elaboratori. A.C. Clarke predisse l'avvento di "Internet e del segmento home computing".
Già dal 1974 gli home computer iniziarono a diffondersi negli USA, ma erano degli scatoloni con lucine colorate ed interruttori. Soltanto dal 1977 con l'Apple ][ l'informatica fu portata nei licei, università a prezzi più accessibili. Di solito tra il 1974-1976 i computer non avevano tastiera, non avevano monitor, avevano pochissima ram, erano programmabili solo in linguaggio macchina, erano oggetti diversi dai desktop, laptop o tablet che usiamo oggi.



Amazing Stories Gennaio 1976
La rivista Amazing Stories aveva 6 racconti in 139 pagine, costava $1.00 (ossia $0.75 in più rispetto al primo numero, con +39 pagine) l'impaginazione era molto cambiata, ricordava il format di IF worlds of science fiction. L'indice era scarno, non c'erano più gli incipit oppure i text-trailer sul prossimo numero. I disegni posti ad introduzione dei racconti apparivano poco curati. 
C'é anche un disegno di una donna nuda (cosa mai accaduta dal 192x al 196x) mentre il numero d'inserzioni pubblicitarie (rispetto ai decenni passati) appare modesto, anche se alcune ebbero i colori!. Tra gli articoli del magazine era presente: un'intervista con un autore, nonché lo spazio Forum con i lettori. 

Navi spaziali in orbita su pianeti extrasolari & ponti di Einstein-Rosen, un'astronave guidata da una donna entra in orbita in un sistema solare che sta per essere mangiato da un buco nero. Le tematiche moderne di SciFi sono però assai male sviluppate in questo racconto, con ampio e noioso preambolo, con spiegoni scientifici sulla formazione dei buchi neri. Peccato che nel plot a)siano assenti la crescente gravità, b)sia assente il rallentamento temporale c)sia assente la spaghettificazione dei visitatori quanto degli alieni autoctoni che odiano la tecnologia.


Un tank robotico, definito "autotank" dotato di "i.a." esplora un pianeta roccioso arido come un sasso e privo d'acqua, con fiumi di lava e magma, mentre un'astronave con equipaggio umano osserva dall'orbita alta. Se vi state chiedendo quali siano le ragioni di una guerra tra terrestri VS alieni nella forma di palle di luce intelligenti che sparano raggi laser, rimarrete delusi, perché il battlemaster 7000 tactical computing system che pianificherà un piano rigido rispetto alle fluide condizioni di guerra, non rivelerà niente, salvo far perdere la battaglia all'armata robotica degli autotank terrestri.  

Un racconto in stile grande fratello, permutato in "grande sorella" (gnocca) che nel XXI secolo controlla lo sviluppo d'emozioni umane, potenzialmente pericolose per la società...

Un tribunale alieno, discute circa l'assassinio perpetrato da un alieno nei confronti di un'aliena di un'altra cultura siderale. E' un racconto che ha la SciFi sullo sfondo, metaforicamente ha per tema la pena di morte in molti stati USA.

Barbara Endicott é paranoide schizzofrenica ed é ritenuta pericolosa, dato che mostra estrema ostilità contro tutti gli uomini. Questo é un bel racconto thriller, che all'improvviso si potrebbe declinare in un possibile sequel del paese dei dannati.

Cosa succede quando un computer é programmato per giudicare i reati penali di un'omicida che ha aggredito ed ucciso un collega?! Leggete questo racconto e lo scoprirete!.

Siamo in Australia, vengono trainati dal polo sud degli iceberg che invece di sciogliersi aumentano di massa, mentre una ragazzina australiana ha poteri telepatici. Un racconto che sfrutta il contesto SciFi, per narrare i problemi sociali che ebbero a subire gli aborigeni australiani, per mano degli inglesi.

In un'area urbana di Los Angeles viene sperimentato con un contratto di 6 mesi a pagamento anticipato, il dispositivo Illusor che costruisce illusioni 3D nella mente di chi é sotto la sua influenza. Cosa accadrà alla moglie ed al protagonista del racconto, il quale nemmeno si ricorderà d'aver sottoscritto il contratto per il dispositivo?!

Sostanziali differenze nella SciFi del 1976. 
Nelle trame di SciFi compaiono nuovi artifici letterari e nuovi oggetti di narrazione. Astronavi, ponti di Einstein-Rosen, computer & intelligenze artificiali (influenzate da 2001 odissea nello spazio) spuntano sigle & acronimi tecnologici. La SciFi si trasforma in una letteratura metaforica in cui tecnologia, criptiche civiltà e sconosciuti pianeti alieni, sono spesso lo sfondo inerte per delle narrazioni focalizzate sui problemi sociologici terrestri degli 197x. Gli autori di SciFi del 1974 persero il gusto classico della costruzione narrativa poggiata sul WHAT/IF con tecnologia e/o eventi futuri possibili. Le tecniche letterarie degli intrecci abbandonarono gli ampi preamboli, comparvero sia i flashback, montaggi per CUT, sopratutto l'influsso della serie "Twilight Zone" che introdusse ampio uso di cambi di punti di vista.

lunedì 14 marzo 2016

Filmografia sul Climate Change: distopia Soylent Green (1973)

Un film del 1973 prodotto appena un anno dopo l'uscita del rapporto "the limit to growth". E' evidente che nel 197x Hollywood era alla ricerca di plot catastrofici ad impatto roboante sul pubblico, assolvendo ad una funzione sociale (Definizione SciFi di Gernsback) nel destare le coscienze su futuri scenari, sceneggiando rapporti scientifici di notevole interesse!. Soylent Green penso che sia l'unico film dove si faccia indirettamente cenno al climate change, con il calo delle rese agricole, scarsità di risorse (energetiche, acqua, prodotti alimentari) e sovrapopolazione. Sfortunatamente la sceneggiatura é un po' incoerente: nella trama non c'é alcun riferimento a cosa contemporaneamente starebbe succedendo in Africa, in Asia, a causa di questi bisogni primari insoddisfatti!. Inoltre la società e le persone appaiono troppo pacifiche e sottomesse, senza rivolte o flashpoint o disordini pubblici. 


Watch Soylent Green (1973, Richard Fleischer) in Entertainment | View More Free Videos Online at Veoh.com

https://en.wikipedia.org/wiki/Soylent_Green
Nonostante le evidenti carenze logiche della sceneggiatura del plot, Soylent Green é IMHO forse l'unico film di Hollywood che provi a combinare il trinomio [climate change + scarsità di risorse(energia,acqua,beni primari) + sovrapopolazione] senza introdurre uno scenario post-nucleare (da scontro Patto di Varsavia vs NATO) come invece fanno le saghe Mad Max oppure Fuga da NYC/Los Angeles.

domenica 13 marzo 2016

Filmografia sul Climate Change: distopia "the day after tomorrow" (2004)

Di recente é stato sfornato un altro film distopico-catastrofico sul tema del climate change, quasi un classico delle produzioni hollywoodiane con tanti effetti speciali in digitale: l'alba del giorno dopo
https://it.wikipedia.org/wiki/The_Day_After_Tomorrow_-_L%27alba_del_giorno_dopo
Il film é incentrato sia sul blocco della corrente del golfo quanto su mega-supercelle meteoreologiche stazionarie di bassa temperatura, che determinano una nuova era glaciale. E' ovviamente un plot fuori contesto storico, dato che la tendenza mondiale é quella di un riscaldamento, non di un raffreddamento. Tuttavia qualcosa nel film é attuale, anche se é molto esagerato, vediamo cosa:

E' certamente vero che nella storia del pianeta terra, sia già accaduto uno stop della AMOC a causa (probabilmente) di un terremoto in nord america, che permise all'acqua dolce dei grandi laghi americani, d'irrompere nell'oceano atlantico, deviando la AMOC.

E' credibile ipotizzare un blocco della Corrente del Golfo?!
Sì, quando accadrà nuovamente il blocco della AMOC sarà causato probabilmente sia dagli impatti del polo nord ice free + dall'acqua dolce proveniente dal melting della Groenlandia. Già oggi ingenti flussi d'acqua dolce + sostanziali variazioni al rialzo di temperatura del mare del polo nord & minore salinità, stanno già impattando nel nord atlantico, dove giace il potente motore termoalino della corrente del golfo (la cui salinità al momento é costante) ma la sua portata d'abissamento nella AMOC si é ridotta di un -30%. Il blocco della corrente del golfo causerà pesanti ricadute nell'Europa del nord, dove é attesa una canadizzazione del clima in autunno ed inverno, all'interno di un contesto mondiale di un clima in surriscaldamento.
Mentre la Groenlandia & Polo Nord diventano granite, la AMOC rallenta!

Altro elemento del film -the day after tomorrow- sono delle supercelle fredde stazionarie?! 
Mah... detto in due parole sono una vaccata hollywoodiana, il mondo é in surriscaldalmento ed ipotizzare una tendenza al raffreddamento é da malati di mente!. Tuttavia quello che é indubbiamente vero, é che il climate change sta cambiando i JET STREAM, poiché si riducono i gradienti termici in alta quota, i jet stream perdono potenza: sia i cicloni quanto gli anticicloni, tendono a rimanere incollati per lungo tempo in una zona geografica, cambiandone il clima ed impattando sulle rese agricole.
Mega uragani e super blisters in un prossimo futuro?!
Sì, parte dell'energia dell'uragano Katrina é stata imputata proprio al climate change. Eventi estremi, come tornado ed uragani, probabilmente colpiranno con maggiore intensità essendoci più energia nell'atmosfera. Inoltre questi eventi impattano anche in zone dove non erano soliti formarsi, a causa della maggiore energia nell'atmosfera e per il cambiamento dei Jet Streams, che determinano aree cicloniche & anticicloniche stagnanti, che collidono violentemente anche nel mediterraneo, in quanto già oggi ne stiamo osservando i primi timidi segni: mini Uragani Mediterranei & Blisters crescono in Europa

sabato 12 marzo 2016

Filmografia sul climate change: distopia "il clima che verrà (2007)"

Un recente film per la Tv é stato girato in chiave docufilm "Il clima che verrà" ha un tono apparentemente ansiogeno, l'opera disegna una distopia dal buon profumo, che é inconsistente sotto i denti del telespettatore vediamo il perché!.
S'ignora il fatto che in Asia da tempo ci sia una rincorsa agli armamenti. S'ignora che esistano vistosi problemi di sovrapopolazione, si finge di non sapere che non esista una proliferazione nucleare tattica in Asia. Se l'Asia é un grande continente, non si può supporre che l'Asia non abbia a soffrire cambiamenti climatici, che inducano shock idrici e/o alimentari, allagamenti & migrazioni per danni da climate change!. Nel docufilm non c'é nessun riferimento alle implicazioni per climate change sulla Corrente del Golfo e/o alla conseguente canadizzazione del clima nord europeo. Mentre invece il Polo Nord e Groenlandia si squagliano come granite la Corrente del Golfo rallenta!

La risorsa é una distopia inconsistente, sottostima in modo ampiamente lacunoso ogni tipo di dinamica ed interazione umana negativa. Il docufilm appare MOLTO RASSICURANTE PER IL TELESPETTATORE, dato che non immagina nessuna probabile guerra nel Mediterraneo oppure in Asia. E' poi paradossale che per il docufilm NON ESISTA LA BOMBA DEMOGRAFICA AFRICANA, dando per scontato nel docufilm, che i popoli africani potranno migrare pacificamente in Europa, risolvendo così ogni loro problema!. 

Il clima che verrà - presentazione

Come sia stato possibile generare un documentario sul climate change, ignorando le possibili guerre, quando la storia narra che la guerra é una costante della storia umana, é sinceramente una vistosa pesante deficienza del docufilm!.

La Storia, severa maestra di vita, insegna che le migrazioni purtroppo, sono sempre state sinonimo di guerra:

1-L'impero Romano dal 166dc cercò di gestire il problema della migrazione di barbari, prima con guerre locali sulle frontiere, poi pagandoli per non farli emigrare, quindi fu costretto a scontrarsi perdendo la guerra nel 476dc il risultato fu che l'impero romano fu distrutto dalle migrazioni dei barbari.
 https://it.wikipedia.org/wiki/Invasioni_barbariche

2-I cinesi nel 1211dc erano molto più numerosi dei mongoli, tuttavia finirono sottomessi e governati dai mongoli, a causa di una migrazione di un piccolo popolo nomade che era migrato all'interno dell'Asia.
https://it.wikipedia.org/wiki/Gengis_Khan#Invasione_della_Cina

3-In Sud Africa arrivarono gli europei nel 1486dc immediatamente i sud africani finirono schiavizzati oppure emarginati (dopo varie guerre europee sul suolo africano, che non giovarono alle popolazioni locali per recuperare l'indipendenza) i sud-africani finirono segregati in casa propria, sino al 1994
https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_del_Sudafrica#La_colonizzazione_olandese_e_l.27occupazione_britannica

4-I pellirossa di fronte ai primi pellegrini del 1620dc furono tolleranti e li aiutarono, poi già dal 1776dc (dichiarazione d'indipendenza USA) in poco tempo i pellirossa non furono più in grado di contrastare o gestire l'immigrazione europea, talché i pellirossa finirono tutti morti ammazzati (1894dc) oppure emarginati nella loro terra.
https://it.wikipedia.org/wiki/Colonizzazione_europea_delle_Americhe#Colonizzazione_dell.27America_settentrionale
https://it.wikipedia.org/wiki/Padri_Pellegrini
https://it.wikipedia.org/wiki/Guerre_indiane

5-Gli aborigeni australiani nel 1788dc, non furono in grado  di gestire l'immigrazione europea, talché gli aborigeni finirono tutti morti ammazzati oppure emarginati nella loro terra.
https://it.wikipedia.org/wiki/Australiani_aborigeni#Prima_della_colonizzazione

6-I palestinesi nel 1947 (e poi gli stati vicini), non furono in grado d'arginare la migrazione ebraica in Palestina. Oggi i palestinesi sono divisi in due stati e nei giorni dispari lanciano missili artigianali su Israele, mentre nei giorni pari si beccano le bombe al fosforo degli israeliani.
https://it.wikipedia.org/wiki/Israele#Storia_dello_Stato_di_Israele

Se la storia c'insegna che le migrazioni sono sinonimo di guerra, perché nel XXI secolo le migrazioni dall'Africa e/o in Asia, dovrebbero portare pace e prosperità al genere umano, se é sempre stato l'esatto contrario?!

Il problema del climate change non é un problema animalista, non é nemmeno un problema climatico o meteoreologico, non é un problema di coscienza civica od ambientale!. Alla natura non gli frega un cazzo se la taiga diventerà steppa, se la tundra diventerà taiga, se il livello dei mari saliranno con l'acqua salata che s'infiltrerà nelle falde acquifere e/o se nel permafrost si scioglieranno incontrollabili volumi di gas ad effetto serra e se gli oceani saliranno d'acidificazione.

Il climate change oggi é causato da:

-sovrapopolazione del pianeta Terra
-produzione massiva d'energia con carburanti fossili (dal I,II,III mondo)
-gas ad effetto serra già rilasciati, per i quali occorrono tempi lunghi per essere riassorbiti naturalmente.

Per essere efficace (contro le emissioni incontrollabili che sono alimentate da positive feedback in Siberia) l'umanità dovrebbe ridurre in senso assoluto le proprie emissioni, puntando su una politica di riconversione industriale (da parte di tutti I,II,III mondo) al ciclo del solare termodinamico economia dell'idrogeno. Invece il mondo sta facendo crescere le emissioni con l'accordo di Parigi, continuando ad usare energie fossili.

Poiché il pianeta é popolato da esseri umani, questi sono soliti interagire tra loro per ragioni economiche, politiche, ambientali, militari, ideologiche, religiose... in ultima analisi quindi gli effetti del climate change saranno una seria questione: economica, politica e militare!.

-impatti diretti a causa del climate change con eventi climatici estremi, sulle città ed infrastrutture e quindi sulla necessità di riallocare risorse finanziarie (che sono scarse e suscettibili d'impieghi alternativi e concorrenti), su nuove e vistose esigenze a discapito di priorità di ordine inferiore.

-impatti diretti a causa del climate change con variazioni climatiche (salita del mare e/o cambio di clima) con incisioni negative sulla produzione agricola, calo della fertilità delle terre, assottigliamente delle riserve d'acqua dolce e crescenti necessità d'energia (e dell'accesso alle sue fonti) per mitigare questi problemi causati dal clima.


-impatti diretti a causa del climate change sull'accesso dai mercati alle risorse vitali (energetiche, alimentari, idriche) scarse, da parte di un'umanità in sovrapopolazione sulla Terra. E' ovvio che i bisogni primari insoddisfatti, probabilmente faranno detonare collisioni violente di popoli sulla Terra, per imporre una diversa redistribuzione delle vitali risorse scarse.


Una recente conferenza del Climatologo-comunicatore Luca Mercalli sul climate Change.

Non provare già da oggi a mitigare queste piaghe future, celando con dell'ottimismo idiota, la pesante realtà futura... 
farà solamente materializzare il peggiore degli scenari possibili, che ci obbligherà a subirne un pieno impatto!.


giovedì 10 marzo 2016

Come cambia la fantascienza nel tempo?! IF mags 1968

Non sono rintracciabili numeri di Amazing Stories per il 1968, per una stima campionaria e puntuale del 1968=10+1958 occorre rinviare alla rivista sorella "IF worlds of science fiction".


Il contesto del 1968
In Sicilia il terremoto del Belice causò 378 vittime, in Vietnam iniziò l'offensiva del Tet e nel contro-attacco americano si ricorda il massacro del villaggio di My Lai con 450 persone (per lo più vecchi, donne e bambini). Gagarin morì in un incidente aereo nell'URSS. In Italia, Francia, USA, Gran Bretagna si scatenarono numerosi tumulti urbani e scontri studenteschi, mentre il candidato democratico Robert Kennedy fu ucciso negli USA da un attentato. Iniziò a Firenze il primo caso d'omicidio di quello che poi si scoprirà essere il serial killer "mostro di Firenze". Nixon fu eletto presidente negli States, mentre in Cecoslovacchia l'armata rossa soppresse con carri armati il movimento di popolo -primavera di Praga-


Filmografia 1968
E' un anno memorabile: 2001 odissea nello spazio, il pianeta delle scimmie, la notte dei morti viventi, Barbarella, conto alla rovescia, le donne del pianeta preistorico... http://classicscifi.blogspot.it/2011/11/1968.html


IF worlds of science fiction 1968/Febbraio
Il magazine costava $0.60 con 164 pagine, con 6 racconti (1 racconto lungo, 2 racconti segmentati in varie puntate, 3 racconti corti), un editoriale, un piccolo bolletino scientifico, uno stringato forum e della pubblicità sparsa per la rivista. All'interno dei vari racconti, furono impaginate molte immagini che erano all'inizio del racconto, quanto all'interno delle narrazioni.
E' interessante notare come ebbe a fare nel 192x-193x Amazing Stories sui racconti molto lunghi pubblicati a puntate, c'era un preambolo che rammentava al lettore cosa fosse successo nelle puntate precedenti. Tale tecnica di fidelizzazione del lettore presso Amazing Stories del 192x-193x occupava solo pochi capoversi, mentre nel magazine IF worlds of science fiction, occupò stranamente varie pagine!. Il sospetto che i racconti in originale fossero più brodosi o complessi di Amazing Stories, appare fondato!.

"The slowboat cargo" prima puntata di tre: i ramrobot erano stati lanciati dalla Terra da decenni in cerca di vita intelligente, ed ora il mondo sarebbe cambiato in una notte...

"All judgement fled" ultima puntata di varie già pubblicate: l'astronave era aliena, la Terra era molto lontana, che cosa c'era da sperare?!

"The selchey kids" un racconto con moglie e figli telepatici che sguazzano in acqua, di particolare interesse é IMHO notare che i dialoghi telepatici, furono impaginati usando l'arguto artificio del discorso indiretto con i font della scrittura inclinati. 



"The petrified world" il tema del sogno declinato come portale d'accesso a più realtà poste in un altrove indefinito, dove la percezione del mondo tramite i sensi é un inganno. Lanigan il protagonista, frequenta uno strizzacervelli e poi finirà in manicomio. Un racconto che ricorda una classica puntata di Twilight Zone, sia per i temi al contesto, sia per come é narrato.

"Star bike" il protagonista aiuta un paio di alieni (camufatti da terrestri, grazie ad un olografo alieno) atterrati con un cubo spaziale, questi gli regalano un barattolo d'olio lubricante alieno, con cui il protagonista vincerà una gara di motociclette da cross andando più veloce di un F86. Poi la moto prenderà ad avere comportamenti fisicamente impossibili a causa dell'olio alieno, che ha la capacità di viaggiare nel tempo. Gli alieni accortisi dell'errore, torneranno indietro nel tempo, invece di regalargli un barattolo d'olio, gli regaleranno una chiave aliena per aggiustare la moto, per produrre una minore alien footprint.

"The courteous of Ghoor" un racconto dall'ambientazione e dal plot alquanto televisivo. In breve il protagonista teletrasportato da un alieno Ghoor, ne acquisisce i superpoteri telepatici, ma l'alieno non é gradito alla Federazione aliena e l'umano interagirà con un secondo alieno, sarà riteletrasportato sulla Terra, spedendo Ghoor -solo con il pensiero- proprio dove la Federazione aliena, lo stava aspettando.

L'influenza delle missioni NASA con Mercury, Gemini, Apollo si fece sentire nella narrativa SciFi, la quale congetturava d'esplorazioni di altri pianeti, incontri con alieni, nonché narrazioni che mescolavano elementi Fantasy. L'iconografia aliena prese a standardizzarsi, intorno al modello dei "grigi".

Molti racconti ripresero le trame o varianti di plot di puntate della serie Twilight Zone (1959-1964) che indubbiamente ebbe molta influenza sulla Scifi del tardo 196x. Le tecniche letterarie hanno ancora ampi preamboli ed é costante la linearità degli intrecci, anche se apparirono nei racconti montaggi CUT e sopratutto é nitido l'influsso della serie "Twilight Zone" con frequenti cambi di punti di vista.

lunedì 7 marzo 2016

Scenari Distopici: the limit to growth, Rome's club (1972)

Il "novum fantascientifico" IMHO ha molto a che fare con la vecchia definizione di SciFi di Gernsback, ossia sullo speculare con un linguaggio semplice ed accessibile per la gente e per tutte le classi sociali, sul WHAT/IF circa possibili eventi futuri.

https://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_Pasqua#Prime_colonizzazioni
Esistono evidenze euristiche nella storia come ad esempio quello che accadde sull'Isola di Pasqua, che é un'ottima metafora del pianeta Terra. La storia ragionevolmente ricostruita dell'isola é coerente con le tesi distopiche esposte nel rapporto del MIT, the limith to growth- Rome's club

Che le risorse siano scarse e suscettibili d'impieghi alternativi e concorrenti, é noto ad ogni economista. Così come é noto che la tecnologia e l'innovazione distruggono più posti di lavoro di quanti ne creino. L'apertura di nuovi mercati o la soddisfazione di nuovi bisogni, sono opportunità di sviluppo per l'economia di mercato. I mercati gradualmente vanno in  saturazione con una dinamica di una curva logistica, avendo poi tassi di sviluppo nulli al seguito del rinnovo del venduto, se il consumo é consolidato e non rimosso. 
Sorge una domanda: ma i mercati ossia i bisogni sono infiniti?! No!, i servizi e/o prodotti modificati, migliorati, nuovi, sono ottimizzati e/o innovano con rivoluzioni anche kuniane, ma alla fine della fiera sono sempre i brevetti la base di ogni attività d'impresa!. Brevetti che sono frutto di ricerca e sviluppo applicata da aziende che devono superare la Dimensione Ottima Minima (grandi aziende) per usare la tecnologia come fattore di competitività e non come un fattore di produzione. Sopratutto i brevetti possono derivare dall'applicazione di nuove leggi fisiche (ad esempio Meccanica Quantistica = elettronica di consumo & informatica) provenienti dalla ricerca pura. Tuttavia, é noto a chiunque sia sano di mente i brevetti hanno vincoli: fisici, ambientali, demografici, legali, economici, politici, sociali, militari, etici, che non possono evitare.

Al pentagono é da lungo tempo vanno dicendo che il climate change provocherà guerre:




Il rapporto -the limith to growth- é essenzialmente un'analisi creata su una simulazione al computer World3, il modello predice l'avvento di uno scenario distopico entro cento anni dalla data di divulgazione (1972) quindi a circa il 2072.

Se il tasso di crescita della popolazione, dell'industrializzazione, dell'inquinamento, della produzione di cibo e dello sfruttamento delle risorse continuerà inalterato, i limiti dello sviluppo sul pianeta Terra saranno raggiunti, in un momento imprecisato entro i prossimi cento anni (2072=100+1972). Il risultato più probabile sarà un declino improvviso ed incontrollabile della popolazione e della capacità industriale.
FREE Download -the limit to growth- Rome's club
teoricamente sarebbe possibile modificare i tassi di sviluppo per ottenere una condizione di stabilità ecologica, economica che sia sostenibile anche nel lontano futuro. Lo stato di equilibrio globale dovrebbe essere progettato in modo che le necessità di ciascuna persona sulla terra siano soddisfatte, con uguali opportunità di realizzare il proprio potenziale umano.

https://en.wikipedia.org/wiki/The_Limits_to_Growth
https://it.wikipedia.org/wiki/Rapporto_sui_limiti_dello_sviluppo

Una recente conferenza del 2016, -Il pianeta stretto- (la conferenza inizia a 9min)


sabato 5 marzo 2016

la narrativa degli effetti del Climate Change

Mentre rufolavo su YouTube querando con la stringa "editoria digitale", "cambiamento climatico" mi sono imbattuto su queste conferenze:

Mentre quest'altra conferenza é stata filmata nel 2015.

Quest'altra terza conferenza invece é del 2016 al Palazzo Ducale -La terza guerra mondiale a pezzi, dove si combatterà:
Ho colto l'occasione in questo post, per accostare a questi meeting sul climate change, la mia collana di Climate Fiction dedicata alla saga delle Guerre Puniche II ed alle WWIII essendo il core di questi files, proprio gli effetti del cambiamento climatico!.
Per quelli che vogliono approfondire in dettaglio la questione sulle dinamiche umane e gli effetti del climate change, c'é tutta la linea degli scenari strategici di Guerre Puniche II & WWIII


Da queste analisi & scenari, sono poi scaturiti degli ebook più semplici, meno impegnativi, con storie romanzate, sia in narrativa multitrama che lineare.


In questa pagina sono evidenziati i plot della narrativa del cambiamento climatico, gli ebook sono raggruppati in funzione dei propri universi d'appartenenza, quindi ordinati secondo la cronologia inversa della fabula. Il lettore potrà esplorare gli impatti del climate change, focalizzando la propria attenzione sui testimoni, gli ambienti, le condizioni al contesto, della Terra nel 2050 circa. E' la saga Guerre Puniche II & WWIII che condurrà il lettore in questa consistente ed apocalittica distopia. Il futuro é già osservabile tramite la letteratura del climate change, che permette d'investigare con una meticolosa ricognizione sul campo, i complessi problemi futuri, che saranno irrisolvibili e severamente intrecciati tra di loro, generando pesanti ripercussioni economiche, militari, politiche, principalmente in Africa, in Europa, in Asia.

Romanzatura lineare sulla questione della nascita di Chartago (validi per scenario atteso/pessimista) la fabula contenente il Big Picture è dispiegata a ritroso!


Testimonianze in multitrama, sulle Guerre Puniche II dall'universo pessimista:
ebook - Nuovo Medioevo -
ebook - Remington Ride -



Testimonianze in multitrama sulla WWIII e Guerre Puniche II dall'universo atteso:
ebook - Operation FlashPoing -

collana Orizzonti Sintetici le memorie delle guerre puniche II:
ebook - Memorie di un Tenente -
ebook - Memorie di un Pilota -
ebook - Memorie di un Guardiamarina -
ebook - Memorie di un Civile -

Ebook lineare - Run Around -
Ebook lineare -L'oro in soffitta-


Testimonianze sulle Guerre Puniche II dall'universo ottimista.
ebook - Rocky Top - COMING SOON

Ebook lineare -4 Rekons-



Le risorse sono disponibili anche c/o
http://en.calameo.com/accounts/781945
https://issuu.com/65c02
http://free.yudu.com/library/579912/65C02-s-Library
https://www.scribd.com/user/104340102/marco-6502

presso questi altri, querare con WWIII, Guerre Puniche II
http://www.youblisher.com/
http://www.joomag.com/

Vedi anche: Ebook trailer saga Guerre Puniche II & WWIII


Chi sono io?! Sono un laureato in Economia
Che cosa faccio nella vita?! Cerco d'orientare le condizioni iniziali al contesto del Mediterraneo ed in Asia del XXI secolo, scrivendo di Fantascienza.

Che cosa ho scritto sino ad ora? Tanti testi di fantascienza di Climate Fiction, vari testi in Multitrama e Lineari di "Mia Fantascienza", inoltre ho aperto una collana di Instant Ebook ad omaggio delle Pulp Mags di Fantascienza, intitolandola JDAB. Discuto di Science Fiction (spero in modo innovativo), in pochi click sul mio blog "Mia Fantascienza" è facile scoprire quanti e quali PDF siano disponibili online.

Perchè scrivo sempre in Copyleft e non uso mai il Copyright? Perchè ci sono troppi autori che scrivono in Copyright, che nessuno legge, quindi preferisco proporre i miei testi in Copyleft.

Perchè non ho un account Facebook e Linkedin? Perchè non mi voglio far spiare, dal grande fratello!

Perchè non c'è possibilità di commentare in questo Blog? Perchè non voglio perdere tempo a moderare e non voglio rompicogl*%ni tra le pa##e!.

giovedì 3 marzo 2016

l'invasione hollywoodiana dei cloni di "the war of the worlds"


Le produzioni di Film, serials, sono quasi tutte figlie del cliché Terrestri VS Alieni provengono da "the war of the worlds" del 1898. Del lungo filone guerraffondaio del format terrestri VS alieni, furono prodotte infinite permutazioni, varianti & plot remake, tanto che oggi questo topic di fantascienza, é assai usurato e poco plausibile.

Dischi alieni o meteore, che atterravano vicino alle case americane per invadere la terra. The invaders from mars (1953)e vari remake
https://it.wikipedia.org/wiki/I_vampiri_dello_spazio_(film)
https://en.wikipedia.org/wiki/Invaders_from_Mars_(1953_film)
https://it.wikipedia.org/wiki/Destinazione..._Terra!
https://en.wikipedia.org/wiki/Invaders_from_Mars_(1986_film)

baccelloni alieni (1956) che di notte creavano cloni degli umani, nonché virus od entità energetiche aliene (più o meno surgelate), che producevano gli stessi effetti.
https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invasione_degli_ultracorpi_(film)
https://it.wikipedia.org/wiki/La_cosa_(film_1982)
https://en.wikipedia.org/wiki/Body_Snatchers_(1993_film)
https://it.wikipedia.org/wiki/The_Astronaut%27s_Wife_-_La_moglie_dell%27astronauta
https://en.wikipedia.org/wiki/The_Invasion_(film)
https://it.wikipedia.org/wiki/Extant

vari remake di guerra dei mondi, con effetti speciali spettacolari!
https://it.wikipedia.org/wiki/Independence_Day_(film)
https://it.wikipedia.org/wiki/La_guerra_dei_mondi_(film_2005)
https://it.wikipedia.org/wiki/World_Invasion
https://it.wikipedia.org/wiki/Battleship
https://it.wikipedia.org/wiki/Oblivion_(film_2013)

Il cliché alieni kattivi & tecnologici che invadono la terra, era diventato usurato, il format fu permutato nel 1977. I terrestri spariranno, alieni antropomorfi di razza umana, sperduti in una galassia lontana, intenti a guerrafondare nella saga guerre stellari.

Poi gli alieni divennero non tecnologici, ma grave minaccia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Starship_Troopers_-_Fanteria_dello_spazio
https://it.wikipedia.org/wiki/Starship_Troopers_2_-_Eroi_della_federazione
https://it.wikipedia.org/wiki/Starship_Troopers_3_-_L%27arma_segreta


Quindi gli alieni kattivi fecero del "CAMEL TROPHY" sulla Terra:
https://it.wikipedia.org/wiki/La_cosa_da_un_altro_mondo
https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mostro_della_laguna_nera
https://it.wikipedia.org/wiki/Predator_(film)
https://it.wikipedia.org/wiki/Predator_2
https://it.wikipedia.org/wiki/Prometheus_(film)
https://it.wikipedia.org/wiki/Alien_vs._Predator

L'usurato cliché guerraffondaio alieni vs terrestri, si trasformò per rigenerarsi. I terrestri diventarono neutrali, l'alieno si divise in due fazioni aliene robotiche supertecnologiche, ovviamente con tutto lo spazio vuoto che c'era nell'universo, era naturale che i due contendenti alieni venissero sulla terra a far la guerra, a causa di un lontano UFO crash accaduto millenni prima sulla Terra
https://it.wikipedia.org/wiki/Transformers_(serie_di_film)

L'usurato format guerraffondaio alieni vs terrestri, poi invertì le parti in commedia: gli umani supertecnologici nello spazio presero a fare gli stronzi, scontrandosi con alieni meno tecnologici in pianeti lontani! https://it.wikipedia.org/wiki/Avatar_(film_2009)

oppure in un domani lontano, gli umani incontrarono non fortuitamente (per biechi scopi commerciali di multinazionali terrestri) nello spazio, una specie aliena tecnologicamente arretrata, ma estremamente ostile e feroce.
https://it.wikipedia.org/wiki/Alien
https://it.wikipedia.org/wiki/Alien_(franchise)#Saga


che fatica censire il topic guerraffondaio: alieni vs terrestri & sue permutazioni. Proviamo a ricapitolare le permutazioni dei cloni di "war of the worlds":

alieni kattivi supertecnologici VS terrestri buzzurri, in lotta sulla Terra.

buzzurri alieni kattivi VS terrestri supertecnologici, in lotta nello spazio.

alieni di razza umana VS alieni di razza umana, in lotta in una galassia lontana.

alieni kattivi supertecnologici VS terrestri tecnologici, in lotta nello spazio.

buzzurri alieni buoni VS stronzi terrestri tecnologici, in lotta su pianeti alieni.

alieni kattivi supertecnologici VS alieni buoni supertecnologici, in lotta sulla Terra.

Salvo errori od omissioni involontarie, il topic SciFi "alieni vs terrestri" ha una trafila chilometrica di permutazioni di plot con infinite varianti, declinate in film, serial, videogiochi, racconti. Sono tutti cloni diretti od indiretti, del primigenio libro di H.G. Wells "the war of the worlds".

Tuttavia prima di parlare di permutazioni e cloni, IMHO assieme al libro di Wells va accoppiato il secondo grande successo del 1938 Orson Welles, asperse in una trasmissione fake radio, un successo inaspettato, sia perché all'epoca la radio era ancora un importante mezzo di comunicazione, sia perché il grado d'istruzione e mentalità autonoma e critica della gente, era basso.