sabato 10 aprile 2021

Di cosa parlano gli alieni nella Base di Gonor?!

Come tutti i “brand”, anche il blog "Mia Fantascienza" avrà testimonials: quale migliore testimonials di due alieni, per supportare un blog di Fantascienza?! ;-)

Ezezel e Tehia, sono due personaggi di “fantasia” che potete conoscere letterariamente, dentro vari ebook della collana JDAB.

Ho deciso, che quando sarò colto da una pulsione irresistibile a scrivere un racconto di SciFi, darò spazio con piccoli racconti ai due nuovi testimonials del blog :-)


 Molto era già stato detto, sia nell'Intervista dalle Colonie Extramondo, quanto sulla eterogeneità di Entità Biologiche creabili, dove restavano essenziali la programmazione genetica e la pianificazione demografica e funzionale, per avere una sostenibilità costante ed uno sviluppo pacifico, omogeneo e migliorativo nel lungo periodo.


La cultura Aliena era per certi versi assimilabile a quelle degli Insetti Sociali terrestri: presso il Nido Tecnologico, c'erano una serie di Regine che producevano UOVA per la nascita di nuovi individui. Solo le Regine avevano una sessualità a scopi riproduttivi della specie, tutti gli altri soggetti nella cultura aliena erano sterili, come nel mondo delle api, vespe, formiche, termiti ecc... del pianeta Terra.

Le Regine erano presenti anche in Colonie di grandi dimensioni (Stazioni Spaziali oppure su basi a terra sui pianeti). Nelle colonie più piccole, la nascita di nuove individui avveniva in provetta, oppure con UOVA trasportate dalle colonie più grandi.

Le Differenze tra la Cultura Aliena e quella Umana erano varie:
  1. Il volume cranico e quindi la massa celebrale negli alieni é superiore.
  2. E' superiore anche il quoziente Massa_Celebrale/Massa_Corporea,
  3. Inoltre la Cultura Aliena era molto più antica, quindi la risultante di questi 3 fattori era che un alieno medio, era molto più intelligente di un essere umano medio.
  4. Le emozioni vissute dagli alieni erano biochimicamente simili a quelle degli esseri umani, ma poiché il volume celebrale era maggiore, il rilascio biochimico delle emozioni erano maggiori e quindi le emozioni percepite dagli alieni, erano vissute in modo più intenso di quanto fossero percepite dagli esseri umani.
  5. Erano assenti nella cultura aliena, la maggior parte dei 7 BUGS CAPITALI: erano sconosciute cose come Superbia, Avarizia, Lussuria, Invidia, Accidia.
  6. Gola ed Ira erano invece elementi comuni nella loro società, però tali patologie potevano essere curate, con chip per il controllo biochimico delle emozioni.
  7. Forte ed omogeneamente diffusa, era l'empatia nel mondo della cultura aliena. Una caratteristica spesso assente nella razza umana, a causa del contesto in cui vivevano gli esseri umani, per cui la generazione d'azioni ed emozioni negative creavano assuefazione, perdendo l'empatia.
  8. Amicizia, Affetto, Amore (asessuato), Tenerezza verso gli animali da compagnia, Solidarietà, Curiosità, Empatia, ecc... erano invece stimoli e sensazioni comuni sia agli alieni quanto alla razza umana: tuttavia questi erano percepiti in misura maggiore dagli alieni a causa della maggiore massa celebrale.
  9. Agli alieni piaceva la Fantascienza terrestre, perché gli alieni erano CURIOSI di vedere come i terrestri immaginavano gli Alieni, nonostante chi scrivesse di loro non gli avesse mai incontrati.
  10. Agli alieni piaceva anche la Climate Fiction terrestre: le tecniche del FUTURES PERSONAS collocate all'interno di simulazioni, erano usate anche dagli alieni sia per scopi scientifici, per empatia, quanto per comprensione dei problemi delle Colonie Aliene asperse nello Spazio.
Per queste ragioni, gli alieni studiavano e collezionavano emozioni umane, con esperimenti per sintetizzare biochimicamente le numerose emozioni umane che interessavano parti diverse del cervello umano, ed erano coinvolti cluster variabili di neuroni a densità diversa. 

Oltre all'aspetto biochimico, era rilevante capire quale fosse il ruolo delle emozioni nella complessa società umana, nel comprendere che ruolo avessero nel definire il destino dell'umanità.


Di cosa discutevano gli alieni di questi tempi, nella Base sotterranea di Gonor?!

Il tema della discussione su Gonor (ossia nella base di Marte) era come si stava aprendo il V°Protocollo sulla Terra. 

L'analisi dei Mass Media, quanto il flusso enorme di coscienze migrate nell'Extra Mondo era salito di qualche punto percentuale, rispetto al normale rateo di decessi.

Erano tante le tribù negli Stati Nazionali sulla Terra, che avevano gestito volutamente male l'Epidemia Sars-cov2, per falciare la popolazione più vecchia e malata, usando il Covid come un'arma di sterminio contro la propria popolazione. 

La morte di tanti vecchi ed anziani e malati e persone deboli, avrebbe permesso di dirottare in prospettiva. le risorse spese in socialità (intesa in Sanità e Previdenza, in linguaggio terrestre) verso armamenti & maggior consumo delle risorse naturali, per continuare a sostenere il consumo, inseguendo la fallace ideologia di una crescita infinita in un pianeta di dimensioni finite (infischiandosene degli impatti del Climate Change e della Sovrappopolazione).
  1. Una fazione d'alieni, che potremmo definire "INTERVENTISTI", tra cui Ezezel e Tehia, pensano che sarebbe cosa utile che i satelliti terrestri, registrassero a grande distanza delle astronavi aliene che sfreccino nello spazio ignorando la Terra. Resterebbe inviolata la politica di Neutralità sui pianeti con culture meno sviluppate, ma sarebbe offerta dagli alieni una prova scientifica di grande peso, che potrebbe essere comunicata all'umanità. Se questa non fosse occultata per ragioni di sicurezza nazionale, a dire di questa fazione di alieni, la comunicazione dell'esistenza di Alieni che sono pacifici ed esplorano la galassia, indurrebbe il genere umano ad essere più coeso, ed a loro avviso più responsabile di fronte ai grandi problemi, che incombono sulla Terra, nei tempi a venire.
  2. Una seconda fazione d'alieni, che potremmo definire "AGNOSTICI" pensano che gli "interventisti" siano stupidi, e che la loro analisi sia viziata da troppa empatia. Quanto é appena accaduto sulla Terra, é l'ennesima prova che i terrestri sono "i degni figli di satana". Le cose sulla Terra molto presto gireranno di male in peggio. La razza umana non ha nessuna intenzione d'implementare una politica di controllo demografico sulla Terra: le religioni, i governi delle culture terrestri non lo contemplano e comunque sarebbe tardiva. Religioni e Governi sono orientati e controllati da una massa di persone, nella maggior parte dei casi, sono tutti schiavi di satana tramite i 7 BUGS CAPITALI oppure le ideologie che spengono la luce della logica. A loro insaputa, gli esseri umani sono pilotati tramite i 7 BUGS CAPITALI da satana, e realizzano il disegno di distruzione di satana per l'umanità. Non tutti gli esseri umani  sulla Terra erano uguali, c'erano tantissimi umani degni di un contatto con alieni, in quanto a bassa incidenza dei 7 BUGS CAPITALI. Tuttavia, nel complesso la quasi totalità della razza umana erano i figli di satana, per questo era più logico ignorarli, lasciare che la razza umana sprofondasse sui limiti del V°Protocollo, perché i tentativi neutrali degli interventisti, sarebbero stati comunque vani.
In sintesi gli alieni sono per loro natura più empatici e collaborativi ed altruisti degli esseri umani, ed è per loro normale "consigliare e collaborare" con esseri viventi ancorché meno intelligenti (sia perchè meno evoluti, sia perché con minore volume cranico, sia perché con minor rapporto massa.celebrale/massa.corporea) ma moralmente degni di un contatto. 

Nella prossima chiaccherata, avremmo discusso in estrema sintesi, quale fossero le direttive di CONTATTO PUNTUALE seguite dagli INTERVENTISTI (nel rispetto dei protocolli di Neutralità), e che cosa fosse il fenomeno dell'OSMOSI CULTURALE. 

>> Le Politiche INTERVENTISTE Aliene di Contatto Puntuale


p.s.
Se dopo la lettura, di questo spiegone di fantascienza ;-) vi fosse germinato il sospetto, che degli alieni stiano davvero sponsorizzando gratuitamente il mio blog di SciFi ;-D allora... il mio raccontino avrà raggiunto il suo obiettivo! 

mercoledì 7 aprile 2021

Warsow

Warsow è quello che si definirebbe una figata pazzesca di First Person Shooter: un ritmo di gioco frenetico, dove non ci si ferma un attimo

http://www.warsow.net/


lunedì 5 aprile 2021

The Island of Terror (1966)

Classico film cult di fantascienza, "L'isola del terrore" è un film inglese del 1966 prodotto dalla Planet Film Productions, noto in Italia con il titolo "SOS i mostri uccidono ancora!". I




domenica 4 aprile 2021

I Giganti Invadono La Terra (1957)

I giganti invadono la Terra (The Amazing Colossal Man) è un film del 1957, una pellicola di fantascienza in bianco e nero, in cui un uomo cresce fino ai 18 metri d'altezza come conseguenza di un incidente nucleare. 

lunedì 29 marzo 2021

Prof. Vulpiani: "Caos e Probabilità"

Una bella conferenza scientifica sul problema della predizione nei modelli e sul caos. Ottimi spunti per gli autori di fantascienza, da consultare per elaborare un quadro logico da utilizzare per orientare la mente dell'autore, nella costruzione di fabule di Hard SciFi, che abbiano un destino coerenza e plausibile ancorchè caotico, rispetto alle informazioni ed al contesto descritto inizialmente al lettore.
Caos e probabilità
Traiettorie instabili che girano intorno ad un punto fisso, ma non esiste nessuna periodicità nelle orbite, prima che queste cambino di orbita. Esiste una dipendenza dalle condizioni iniziali nel sistema: ossia piccolissime differenze iniziali tra due processi, nel tempo causano enormi differenze nelle traiettorie future tra due fenomeni. 

Caso n°1: E' noto lo stato di un sistema, sono note le equazioni che regolano le evoluzioni dello stato del sistema. Sono note a livello stocastico alcune incertezze: la varianza dello stato del sistema, un'incertezza sull'algoritmo nel normare il sistema, ed infine si avrà un'incertezza sulla previsione del stato al tempo+1.

A causa degli errori di approssimazione che determinano la condizione iniziale del sistema, quanto a causa delle regole che normano le modifiche allo stato del sistema che non sono perfette, ma anche se lo fossero, le previsioni non possono andare oltre un breve termine, perchè poi il sistema diventa caotico ossia impredicibile in modo univoco e deterministico.

L'operatore di Frebenius è una formula che permette di calcolare la probabilità di stare in un determinato punto, dentro ad una funzione ciclica, qualora non si conosca la posizione iniziale del punto iniziale x0 ma solo una sua curva di probabilità, sommando tutte le piccole aree in cui l'intorno di x0 potrebbe avere dei valori ricercati, entro un determinato errore di tollerabilità.

L'ipotesi ergotica di Boltzmann
Boltzmann per ovviare a questa circostanza, assunse che il sistema fosse ergotico, ossia un processo statistico che passi prima o poi per tutti i punti possibili del sistema. Ma un sistema è ergotico?! Questo è un problema aperto, ma in teoria se s'osserva un sistema abbastanza a lungo, si può capire se il sistema è ergotico oppure no.

venerdì 26 marzo 2021

L'Uomo dorato - Philip K. Dick - IF worlds of Science Fiction del Aprile 1954 - parte 4


 << L'uomo dorato - Philip K. Dick - parte 3

Su e giù per i corridoi del Comando Centrale DCA, fucilieri armati rastrellavano meticolosamente stanza per stanza ed ogni corridoio, sigillandone poi le entrate. Prima o poi l'entità dorata sarebbe stata trovata, se fosse stata ancora dentro al palazzo del comando centrale DCA.

Baines disse - Il mio timore, é che prima o poi, possa emergere un mutante con capacità straordinarie: qualcuno con un enorme cranio capace di telepatia, telecinetico, con la capacità di leggere e scrivere ed usare simboli propri quanto quelli delle lingue terrestri, con un intelletto superiore, una capacità di calcolo e ragionamento molto oltre le capacità dell'intelletto umano.- [...]

-Quello attuale, agisce solo d'istinto!, con i riflessi di un leone, un leone d'oro!- commentò Anita.

-Sì!- rispose Baines - praticamente se ne sta fermo ed immobile, aspetta l'occasione e poi istantaneamente colpisce, assorbendo la preda . Non ha capacità di pensiero, non ha linguaggio, non é capace di pensieri complessi. Però é capace di leggere il futuro, un futuro poco distante dal presente in cui vive, e quindi reagisce d'istinto. Forse non ha la percezione del passato, del presente e del futuro. Forse non ha memoria di quanto é passato, ed il presente per lui é mescolato in un futuro immediato, per cui tutta la sua vita é un coacervo temporale di presente e futuro poco distante, al quale si limita a reagire per istinto -.

-Sì!- rispose Anita - Concordo, probabilmente l'entità percepisce un presente allargato, rispetto alla percezione umana, un plusvalore di qualche momento nel futuro, di cui normalmente gli umani non possono vedere o sapere. Mancando il lobo temporale, manca il ragionamento, e quando la morte arriva, probabilmente l'accetta, senza fare altro. A differenza degli umani che cercano di curarsi, perchè pur non sapendo, hanno un'intelletto sviluppato ed una concezione del futuro, ben distaccato dal presente quanto dal passato, in cui giace la memoria ossia il ricordo e da cui si colgono i rapporti di causa effetto, e dai quali, si estraggono relazioni per pianificare pensieri per il futuro-

Il quartier generale DCA era stato interamente sigillato, nessuno poteva entrare od uscire, nemmeno Anita, che in teoria avrebbe potuto lasciare la struttura quando avesse voluto, in quanto la DCA non aveva giurisdizione sull'Ufficio della Semantica. Anita però disse che non avrebbe lasciato le strutture della DCA, sino a quando la questione rognosa sull'entità dorata non fosse stata risolta.

___________

[...] L'entità dorata era nascosta nel magazzino, dietro a cartoni e materiali vari, con la sua percezione allargata del presente nell'immediato futuro, sapeva cosa sarebbe successo a breve e quindi si muoveva di consequenza, evitando d'aprire questa porta, per aprire quell'altra oppure percorreva questo o quel corridoio prima dell'arrivo di una pingue pattuglia ben armata.

A 10 minuti di tempo, dietro quel corridoio sarebbe passato un paio di uomini con una mitragliatrice pesante, poi dopo un'ora sarebbero andati nel magazzino, ma lui non era nel magazzino e nemmeno nel corridoio ma altrove. 

In un'altra scena, c'erano altri uomini all'uscita, sulla strada passavano macchine, ma non si sarebbe stato modo di passare la soglia, perchè la vetrata era chiusa e sigillata.

In tutte le scene che la mente dell'entità andò ad esplorare, non trovò nemmeno un'uscita, in quanto ogni via d'uscita era sigillata e presidiata sia dall'interno quanto dall'esterno, con telecamere e vetri blindati.

C'era però un tabloid nella sua mente, in cui la figura dorata era vaga, sembrava diventare piccola, e tutto era confuso, di difficile interpretazione, sicuramente non avrebbe svoltato per quella via. 

Le percezioni sensoriali dell'entità dorata erano tridimensionali, vedeva se stesso come fosse stato dall'esterno, dentro ad una casa per bambole, circondato da piccoli esseri armati che lo cercavano, sembrava di stare dentro ad un enorme labirinto con tanti pupazzetti animati che si muovevano lenti, mentre l'entità dorata si spostava veloce, per evitare d'essere catturata, sfruttando quanto sapeva del futuro sino ad un ora di tempo in avanti[...]

_____________

Anita entrò nella stanza che Baines le aveva affidato, era un piccolo locale angusto, ma c'era un piccolo ma comodo, letto ed un modesto armadio, la porta era socchiusa, la donna stava per andare a chiudere la porta, quando all'improvviso comparve alle spalle della donna l'entità dorata. La donna urlò e prese la pistola dalla borsetta, puntò l'arma ma non sparò!. Chris Johnson stava davanti a lei, senza dire una parola. [...]

-Chi sei che cosa vuoi?! Sparisci!?!. Non capisci quello che ti dico?! Però sapevi che non ti avrei ucciso!. Sei solo una stupida bestia, che legge nel futuro e che non capisce niente di quello che gli succede intorno!- disse Anita.

Chris Johnson stava davanti a lei, senza dire una parola, l'unica cosa che sembrava sapere, era che l'entità sapeva che Anita non avrebbe sparato.

-Ti troveranno!, Non c'è una via d'uscita dal comando centrale DCA. Buon Dio!, che cosa t'aspetti che faccia?! - [...]

Chris Johnson s'avvicinò ad Anita, la stordì con il suo fascino e poi la prese sessualmente, mentre Anita era incapace di reagire e sembrava come posseduta da una forza che aveva fatto il buio intorno a lei, mentre un ruggito di un leone la soggiogava.

Anita sbatté gli occhi, non sapeva bene cosa le fosse accaduto, l'entità dorata le dava le spalle, aprì la porta, ed iniziò a correre nel corridoio, seguita da Anita, la quale era soggiogata e comandata dall'entità, era imbarazzante da ammettere, la donna seguiva l'entità suggerendogli cosciamente che fuori dal comando DCA, la donna aveva parcheggiato la sua auto e lei era l'unica, che avrebbe potuto far aprire le porte, anche solo per un attimo, per garantire una fuga, perchè il DCA non aveva autorità sull'Ufficio della Semantica. [...]

Arrivarono davanti all'uscita, un plotone di sicurezza appena vide l'entità dorata, puntò tutte le armi da fuoco, Anita fu presa da una forza di volontà che la dominava e la comandava come un pupazzo, imbarazzata ma impotente a reagire, la donna si pose davanti alle guardie e disse -Sono dell'Ufficio Studi della Semantica, ho il pass di classe A, l'entità é sotto la mia custodia, lo sto portando fuori!-

-Il dottor Wisdom ha detto di non far uscire nessuno!- rispose il caposquadra.

-Io non dipendo dal dottor Wisdom- disse Anita, la quale gettò oltre la squadra la propria borsetta, la porta rimase chiusa ma il sensore di movimento ebbe impercettibilmente a far muovere le due porte, per un attimo comparve un sottile filamento d'aria, Chris Johnson si mosse, sparendo sotto gli occhi delle guardie, filtrando via da quell'impercettibile e sottilissimo varco.

Anita rimase come ipnotizzata, immobile, in silenzio, la donna iniziava a riacquistare il controllo di se. Buon Dio, che cosa aveva fatto?!. La bestia s'era presa gioco di lei, l'aveva sedotta e magnetizzata e poi l'aveva usata, per i suoi scopi, per aprirgli una via di fuga!.

___________

-E' andato via, probabilmente sarà a milioni di chilometri da quì- disse Baines.

-Ma dove diavolo potrà mai andare?!- chiese Wisdom

-Se ne starà sotto un albero fermo ed immobile e poi con un balzo istantaneo assorbirà gli esseri umani che passano, oppure sedurrà tutte le donne che vuole, soggiogandole, per potersi creare una via di fuga. E' evidente che sa di essere sessualmente irresistebile per il sesso femminile e di questo se ne avvantaggia - disse sarcastico Baines, mentre guardava Anita.

-Lo prenderemo, ho lanciato un allarme a tutti i distretti, forze militari, polizia locale, tutta l'agenzia DCA è impegnata in questa caccia!- disse Wisdom

-Anita, non ti devi sentire incolpa, sei stata soltanto una delle molte altre donne, che ha già probabilmente sedotto. Ti ha usata per poter fuggire dalla struttura, in cui era stato intrappolato- disse Baines.

-Ma se sono rimasta incinta, adesso genererò un mutante della stessa specie?! Oppure sarà un mutante che sarà mutato rispetto alle capacità dell'uomo dorato?!- chiese Anita, mentre si mise le mani sul volto.

-Forse le sue caratteristiche mutanti sono solo recessive, quindi dovremo solo impedire che la prole nata dalle donne che sono state sedotte ed abbandonate, non abbiano a figliare, per evitare che possano creare mutanti come l'uomo dorato!- disse Wisdom

- Non ci scommetterei un penny bucato- disse Baines preoccupato -Scommetto che invece il suo DNA sia dominante, per cui anche se Anita abortisse, non potremmo mai sapere, quante donne l'uomo dorato ne abbia già sedotte, moltiplicando la sua genia. Di una cosa sono abbastanza sicuro: il genere umano, nel futuro, non sarà come noi siamo adesso!-

☆ Audio libri di Fantascienza - Audiobook di SciFi

IF Worlds of SciFi JDAB


Basi UFO aliene su Kapteyn

 Podcasting tra Scienza e Fantascienza ed Ufologia Razionale

Come potrebbero essere delle basi UFO aliene su Kapteyn?!