domenica 18 ottobre 2020

L'uomo bionico nasce su Amazing Stories nel 1968

Non può sfuggire ad un osservatore del XXI secolo, il fatto che su Amazing Stories del luglio del 1968 fu pubblicato il racconto di fantascienza intitolato "House a fire" scritto da Samuel R.Delany, illustrato dal disegnatore Gray Morrow, in cui si gettano le basi del personaggio "Uomo bionico da 6 Milioni di dollari". I
l personaggio, sarà poi ripreso da Hollywood, creando la serie di telefilm "l'Uomo e la Donna bionica" nei tardi anni settanta.



giovedì 15 ottobre 2020

Raccolta di Libri classici di Fantascienza, in Italiano, Gratis in Dowload

40 Novelle / Andersen / PDF / Free Download

Gli assassini della Rue Morge / Poe / PDF / Free Download

Una discesa nel Maelstrom / Poe / PDF / Free Download

Don Chisciotte della Mancia / Servantes / PDF / Free Download

Il gatto nero / Poe / PDF / Free Download

Racconti Fantastici / Tarchetti / PDF / Free Download

Internet 2004 - Manuale d'uso della Rete / Calvo, Ciotti, Roncaglia, Zela / PDF / Free Download

Nuovi racconti straordinari / Poe / PDF / Free Download

I racconti delle fate / Collodi / PDF / Free Download

Lo scarabeo d’oro / Poe / PDF / Free Download

Tutte le novelle / Verga / PDF / Free Download

I viaggi di Gulliver / Swift / PDF / Free Download

20000 leghe sotto i mari / Verne / PDF / Free Download

Il giro del mondo in 80 giorni / Verne / PDF / Free Download

I viaggi di Marco Polo / Verne / PDF / Free Download

Dalla terra alla luna / Verne / PDF / Free Download

Intorno alla Luna / Verne / PDF / Free Download

L’anima di un vescovo, Anticipazioni, La guerra nell'aria, La guerra su tre fronti, Nei giorni della cometa, La visita meravigliosa / Wells / PDF / Free Download

Alla conquista della luna, Alla conquista di un impero, Attraverso l'Atlantico in pallone, Il boa delle caverne, La bohême italiana, Il Bramino dell'Assam, Il brick maledetto, La caduta di un impero, Capitan Tempesta, La città del re lebbroso, I Corsari delle Bermude, Il Corsaro Nero, La crociera della Tuonante, Le due tigri, La favorita del Mahdi, I figli dell'aria, Le figlie dei faraoni, Il figlio del Corsaro Rosso, Jolanda la figlia del Corsaro Nero, Le meraviglie del Duemila, I minatori dell'Alaska, I misteri della giungla nera, Le novelle marinaresche di mastro Catrame, Gli orrori della Siberia, La perla sanguinosa, I pescatori di balene, I pirati della Malesia, I predoni del Sahara, Il re del mare, La regina dei Caraibi, La riconquista di Mompracem, La rivincita di Yanez, I Robinson italiani, Una sfida al Polo, Le stragi delle Filippine, Straordinarie avventure di Testa di Pietra, Il tesoro della montagna azzurra, La tigre della Malesia, Le tigri di Mompracem, Gli ultimi filibustieri, Il vampiro della foresta / Salgari / PDF / Free Download

Fondazione Terra / Asimov / PDF / Free Download

domenica 11 ottobre 2020

Alieni Sauri Sapiens permutati in Amazing Stories nel 1963

E' nel numero di Agosto del 1963 che fu pubblicato il racconto di fantascienza "Reign of the Telepuppets" di Daniel Galougue, dove l'esplorazione umana spaziale svolta con sonde, seguita poi dall'arrivo di missioni d'astronauti, sarebbe entrata in contatto con alieni sauri sapiens...

Tuttavia, il concetto d'alieno saurico sapiens, ebbe a nascere nel novembre del 1939 su Fantastic Adventures.

Invece indiscutibilmente il personaggio cinematografico Predator, la cui caratterizzazione fu permutata tramite il contributo della  fabula del 1952 da IF Worlds of Science Fiction


giovedì 8 ottobre 2020

Il secondo computer in un'astronave comparve nel 1964

Nella rivista Amazing Stories dell'ottobre del 1964 fu pubblicato il racconto di fantascienza "Enigma from Tantalus" di John Brunner, dove un mondo alieno spiava gli esploratori terrestri, che erano atterrati in un pianeta alieno, ed erano intenti a studiarlo, prima di scendere sul pianeta. 
Ad un osservatore attento del XXI secolo, non può sfuggire il fatto che nella suggestione a corredo del racconto, comparve il secondo computer, all'interno di un'astronave. Si riconosce nel disegno: tastiera e monitor, ed il resto dell'hardware presente nell'astronave, ricorda da vicino un centro IBM d'elaborazione dati del 1964.

Prima di questa data, l'unico computer desktop a comparire in un'astronave, fu il misterioso caso del 1947 giugno, Amazing Stories in cui fu raffigurato il primo computer desktop!. Ancora prima di tale data, vi fu solo il criptico caso di Wonder Stories Quaterly 1931

domenica 4 ottobre 2020

Scorched 3D

Scorched 3D è un remake dei giochi a turni tipo Worms dove si spara all'avversario cercando di colpirlo, impostando la traiettoria del colpo per fare più danni possibile.


giovedì 1 ottobre 2020

Chocky (parte 2)

Sul numero di Marzo del 1963 di Amazing Stories fu pubblicato il bel racconto di fantascienza "Chocky" di John Wyndham, il testo sarà omaggiato con una traduzione in italiano, e pubblicato direttamente sul blog in 4 puntate, da Settembre 2020 a Dicembre 2020, essendo il racconto notevolmente lungo per essere tradotto in un intero ebook JDAB. 

<< Chocky (parte 1)


Matthew disse che se non c'era altro, sarebbe andato a giocare con Chocky, tornando in camera sua. 

Intervenne mia moglie Mary, che disse che solo adesso s'era ricordata che aveva ricevuto una nota di promemoria da Miss Toach, la professoressa di geografia di Matthew, era rimasta piuttosto sconcertata dalle domande di Matthew circa su dove fosse la Terra nel sistema solare, erano domande sulle orbite della Terra e rotazioni terrestri, sul ciclo della processione, la professoressa ha dato a Matthew un piccolo libro a riguardo per approfondire il tema. Sono però argomenti molto più avanti, rispetto al corso di studi in cui Matthew è iscritto e mi aveva chiesto se in casa avevamo parlato di questi temi.

-E se fossimo costretti ad ammonire Chocky?- chiesi a Mary.

-No! è meglio di no - disse Mary - potrebbe perdere fiducia in noi e tornare ad essere segreto, come quando Matthew parlava da solo in camera propria-.

Verso la fine della settimana, comprai un'auto nuova, una grande familiare di forma station wagon, piacque a tutti in famiglia inclusi i vicini, in effetti era una bella auto spaziosa, adatta alle esigenze di una famiglia con due figli e tante valigie. Nel pomeriggio, vidi Matthew che era corso in giardino a guardare l'auto, pensavo che la volesse osservare più da vicino in modo autonomo, dato che gli era piaciuta molto, ma lo vidi piangere, ed era rosso in viso. Temendo che si fosse ferito chiudendo una portiera, corsi in giardino. 

Matthew era rosso in viso e piangeva ed appena mi vide si scusò con me.

Io gli chiesi se s'era fatto male, rispose che stava bene.

Gli chiesi perchè piangesse, Matthew disse che era sceso in giardino per illustrare la nuova auto a Chocky, ma questo aveva detto che l'auto era stupida, orrenda e con una tecnologia primordiale ed obsoleta.

Non avevo ancora capito se Chocky era reale oppure se più probabilmente erano i sintomi di schizzofrenia, così chiesi a Matthew di chiedere a Chocky che cosa trovasse di buffo nella nuova auto che avevo comprato. 

Matthew disse che il motore a combustione interno era roba da primitivi, e che era ridicolo che l'auto dovesse avere un cambio ancorchè automatico. Poi disse che nessuno avrebbe mai costruito un'auto con le molle, che sarebbe saltata su ogni buca, avendo anche una lunga forma a salsiccia. 

Io eccepii che le auto erano costruite così, ma Chocky per bocca di Matthew disse che il veicolo era pericoloso e che avrebbe potuto incendiarsi, non era sicuro per gli occupanti perchè sedili e cinture di sicurezze erano inadeguate e che nessuno sano di mente sarebbe mai dovuto salire su un'auto così tanto pericolosa.

Chiesi a Chocky di spiegarmi come avrebbero dovuto essere costruite le auto, Chocky disse che non avrebbero dovuto avere le ruote ma levitare,  non avrebbero dovuto far rumore ma essere silenziose, avrebbero dovuto avere dispositivi per evitare che le auto avessero potuto urtarsi tra loro.

-Da dove arriva Chocky?, quale è il posto dove vive?- chiesi.

-Era difficile da dire, se due persone non sanno niente del posto da cui proviene, è inutile parlarne- 

-Quanti anni ha Chocky?- chiesi.

-E' grande, il suo tempo non scorre come il nostro, ne dovrebbe avere circa 20 degli anni terrestri, e la sua speranza di vita è di circa 200 dei nostri anni terrestri, quindi Chooky è piuttosto giovane per le sue scale temporali- [...]

Dopo la storia dell'auto, Mary propose di chiamare il nostro medico, il dr. Aycott, per far visitare Matthew e poi farci dare il nome di un buon specialista, per far visitare Matthew. Io dissi che questo approccio poteva essere rischioso, Chocky e Matthew avevano fiducia in me ed in Mary, un approccio diretto con il buon dottor Aycott avrebbero potuto essere male interpretati, suggerii d'usare una via più diplomatica e formale. Conoscevo il dottor Roy Landis, era professore a Cambridge di malattie mentali, non aveva affatto l'aria del medico, dissi che l'avrei contattato per scambiarci quattro chiacchere, cercando di convincerlo a dare un'occhiata non ufficiale a Matthew, invitandolo a cena la domenica sera a casa. [...]

Dopo qualche telefonata, andai in camera di Matthew e gli dissi che conoscevo un mio amico, che aveva più o meno le stesse idee che Chocky aveva espresso sulle auto della Terra. Domenica sera. il mio amico sarebbe stato a cena da noi.

Matthew sembrava interessato, poi all'improvviso Matthew chiese cambiando espressione -Gli hai parlato di Chocky?-

-No!, assolutamente, parlavamo di auto e gli ho detto che ne avevo comprata una nuova, una grande e spaziosa familiare e così sono venuti fuori dei suoi commenti, che sono più o meno simili a quelli che Chocky aveva detto in giardino nel pomeriggio. Per questo, ho pensato d'invitarlo a cena da noi, questa domenica!- dissi.

Matthew sorrise, sembrava molto soddisfatto.

Venne il mio amico Landis per le 17 ma Matthew non era in casa, avrebbe dovuto rientrare prima delle 17 dal giardino di casa, dove a nostra conoscenza era andato a giocare con Chocky, ma in realtà non c'era traccia di Matthew in giardino. Lasciai Mary e Betty in casa con l'ordine di trattenere Matthew se fosse tornato a casa, nel frattempo Landis tornò a casa propria, dato che Matthew non c'era e la cosa forse poteva farsi seria.

Io presi l'auto ed andai verso il parco pubblico, sperando di trovare Matthew. 

Lo trovi dopo pochi metri vicino a casa, discuteva con un agente della polizia, il quale mi disse che stava spiegando a Matthew che non era legale montare sulle barche o case altrui, per andarle ad esplorare. 

Chiesi a Matthew che voleva fare, cercando di montare sulle barche ormeggiate, Matthew mi disse che voleva solo dare un'occhiata rapida ai mezzi che galleggiavano. Io gli feci notare che avrebbe dovuto restare in giardino a giocare, alle 17 avevamo un ospite a cena. Il poliziotto fu comprensivo con me, vedendo che stavo cercando mio figlio Matthew e non avendolo più trovato nel giardino di casa, l'agente di polizia non disse altro. mi sorrise, aggiungendo -I bambini, sono spesso un po' agitati!-.

Montando in auto Matthew mi disse che Chocky voleva vedere da vicino le barche, era strano costruire degli aggeggi così grossi, che avrebbero consumato molta energia per muoversi nell'acqua, sarebbe stato più efficiente costruire dei veicoli fatti d'aria che galleggiando, spingendo l'aria fuori, avrebbero creato un cuscino d'aria, permettendo un moto più efficiente.

Un modo elegante per descrivere il funzionamento di un hovercraft, di cui un bambino di 12 anni, non poteva conoscerne il funzionamento, perchè io non gliene avevo mai parlato.

Dopo pochi giorni, fummo avvisati dal professore di matematica di Matthew, che in pochi giorni nostro figlio aveva già imparato tutto il programma di matematica, che avrebbe dovuto studiare in un intero anno scolastico. La stessa cosa era accaduta per la Geografia, adesso Matthew studiava un libro d'astronomia, mentre i suoi compagni ancora studiavano la geografia che Matthew aveva imparato in meno di una settimana. 

Poi c'era stata un'insolita discussione con la professoressa di Scienze la quale non conosceva la pressione della luce, ossia dei fotoni e non sapeva spiegare da dove provenisse la gravità. Inoltre, la professoressa diceva che solo le piante hanno un unico sesso, mentre animali e uomini hanno due sessi, tramite la riproduzione si generavano nuovi esseri. La professoressa diceva che non esisteva la riproduzione per Meiosi cellulare, mentre Chocky diceva che esisteva la [...] Meiosi e c'era anche la clonazione cellulare come riproduzione. In aula, era poi giunto di corsa il professor Caffer, un fisico che insegnava alle ultime classi della scuola di Matthew, perchè durante l'ora di scienza Mattehw s'annoiava e finiva per disturbare in aula gli altri compagni, dato che in pochi giorni aveva già studiato tutto il programma di fisica di un intero anno. [...]

M'attaccai al telefono a chiamai il mio amico Landis, il quale tornò a farmi visita la domenica successiva, per dare un'occhiata informale a Matthew. 

Dopo cena, Landis si mise a sedere in veranda con Matthew e presero a parlare, vi rimasero per oltre un'ora sino alle 21, Mathew sembrava molto rilassato poi salutò tutti educatamente, ed andò in camera propria a dormire alle 21.

Io e Mary ci mettemmo a sedere davanti a Landis e pendevamo dalle sue labbra. 

Landis disse che la discussione con Matthew era stata davvero stimolante, il bimbo sembrava aver letto un sacco di roba fantascientifica, e che era insolito per un bambino di 12 anni. 

Mary lo interruppe - Dottore, cosa ne pensa?! E' normale oppure è schizzofrenico?!-

-Non lo so - rispose laconico Landis che poi aggiunse - sembra una sorta di possessione spiritica benigna, e questa è la migliore spiegazione irrazionale che ho potuto trovare. Quando Matthew parla con Chocky in realtà non ci parla, è come una forma di telepatia, sia quando ode le risposte e le domande di Chocky, sia quando Matthew ci parla, il quale non ha propriamente sempre bisogno di parlare, il più delle volte semplicemente pensa delle frasi, che sono immediatamente recepite dall'entità Chocky. Quindi propriamente non è schizzofrenia e comunque i contenuti delle conversazioni hanno un contenuto reale, che si riverbera sulle conoscenze scientifiche di Matthew, che dalle note che mi avete fatto leggere dei professori, ha un quoziente intellettivo molto superiore ai suoi coetanei, ma la cosa strana è che pur avendo Matthew un linguaggio forbito per la sua età, nella maggioranza dei casi usa termini scientifici in modo fluente, pur non conoscendone il significato proprio. Se gli si chiede il significato proprio di tali concetti, deve attendere la risposta di Chocky, senza la quale Matthew non sa rispondere!-.

-Matthew ha solo 12 anni!- disse affranta mia moglie Mary, mentre si portava le mani al viso.

-Indubbiamente!- rispose Landis - Non c'è ombra di dubbio che Chocky sia un entità reale, è un'entità che esiste, non ho idea di dove sia e cosa sia, ma Chocky è reale quanto Matthew, io, oppure voi. [...] E' innaturale contare con base due, ma Matthew ha imparato, così come gli ha insegnato Chocky, il quale provvede per lui a far di conto quanto a fare una conversione in base 10, suggerendo le risposte a Matthew. 

Ho inoltre parlato con Chocky sulla missilistica e l'astronautica, che è considerata preistorica per l'uso dei carburanti chimici per produrre una reazione ed un moto nello spazio. Praticamente, a dire di Chocky la nostra missilistica è una tecnologia arretrata e primordiale, inefficace per le lunghe distanze siderali. La massa ha una forza, ossia la gravità come ci dice Einstein, inoltre la massa ha anche un'energia ed è questa che serve per i viaggi spaziali a lunga distanza. Un po' come ci dice la relatività generale nella scissione, fusione ed annichilazione dell'atomo. La materia negativa come la chiama Chocky è antimateria, ed è quella che serve per i viaggi spaziali. [...] 

Uno dei modi per creare gravità artificiale è creare rotazione di corpi, tramite la velocità angolare ci si può simulare la forza di gravità in alcuni tipi di navi spaziali. Inoltre, nel processo di accelerazione e decelerazione, si hanno forze in gioco che devono essere gestite perchè possono essere pericolose. [...] Sono tutti concetti di fisica che non sono alla portata di un bambino di 12 anni, non vi sono errori in quello che dice Chocky. [...] 

Piff era l'immaginazione di Betty che si spengeva ed accendeva a suo pieno comando. Chocky è reale, talvolta irrita ed entra in conflitto con Matthew, come nel caso della discussione sulla vostra auto. Chocky è un nome, che Matthew ha dato a questa entità, ma non è il vero nome di questa entità, che vi ripeto è reale e ne ha dato piena prova, con conoscenze scientifiche e capacità di calcolo che non erano note a Matthew e non avrebbero potuto esserlo.

 Siamo in un contesto di possessione, di qualcosa che proviene dall'esterno. Ma il termine possessione è improprio. Matthew non è succube e non è controllato da Chocky, nella discussione animata che Matthew ha avuto con Chocky, alla fine Matthew ha detto all'entità di star zitto e di farsi gli affari suoi. Matthew quindi, non è controllato da Chocky: la presenza di Chocky a dire di Matthew in realtà non è continua. 

Il tempo di Chocky è diverso dal tempo di Matthew. Matthew ha intervalli di tempo liberi privi della presenza e del contatto con Chocky. Quando Chocky si manifesta, è sempre per interrogarlo su determinati quesiti pratici, della vita di noi umani. Questo accade spesso, specie durante il giorno o durante la notte, ma è anche Matthew che durante la scuola, interroga Chocky per avere consigli e risposte, specie sugli esercizi di matematica, scienza, biologia, fisica ecc... i quali sono svolti da Chocky e non da Matthew!.

E' Chocky e non Matthew, che fornisce le risposte e che poi Matthew scrive e riferisce, talchè appare che Matthew sia un genio per i suoi 12 anni. [...] C'è come una sorta di simbiosi psichica, tra Matthew e Chocky. Dovremmo incominciare a contemplare l'ipotesi, che a mio avviso è molto ben più di un'ipotesi, che questa entità Chocky non sia una delle numerose entità psichiche mitiche che sono state descritte nella letteratura religiosa e/o parapsicologica.

Chocky è una qualche altra forma di vita, a noi non nota, che molto probabilmente s'interfaccia con della tecnologia avanzatissima ed a noi sconosciuta, e che per questo motivo a noi tutto questo ci appare come un esempio di telepatia quasi magica, una presenza quasi come fosse nel dominio del mondo religioso, mentre in realtà è solo una questione d'alta tecnologia, molto più avanzata della nostra! -

- Che cosa possiamo fare per aiutare Matthew?!- chiesi in modo diretto, per avere un consiglio pratico.

- Non ne ho la più pallida idea! - rispose Landis.

>> Chocky (parte 3)